• studiograficodeco

TUTTO PARTI' DA UN GALLETTO

Fuori il rumore del mare. Un fascio di luna attraversava la stanza. La notte ormai avanzata ed io che gli facevo compagnia. E poi lì su un vecchio mobile, da sempre, un galletto fiero, impettito ed orgoglioso disegnato su un vaso. Forte nella sua consapevolezza e bellissimo nella sua eleganza. Era come se sapesse che non sarebbe stato lì per sempre…

Fu un attimo, la sua presenza inondò la stanza, mi catturò e capii che stava aspettando me. Presi un un foglio e una matita e lo disegnai, in tutti i suoi dettagli. Da lì iniziò la sua nuova vita in giro sui quaderni, custode di pezzi di vita scritti e disegnati. La sua forza è stato crederci, il suo EGO la sua forza.

“L’ego di un galletto”


3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

LA CARTA